Animati e Animatori

0B0D6408-3897-4FC6-81EA-31F5648F88F5

Con la fine della scuola arrivano le tanto agognate vacanze… si rivedono i bambini animati l’anno prima, che ogni anno crescono sempre un po’ di più e che tanto sono mancati ai “ragazzi più grandi” che ora possono finalmente riprendersi dalle fatiche dell’anno appena trascorso e possono chi cimentarsi per la prima volta nell’animazione e chi salutarla come una vecchia amica.

Molti genitori che lavorano decidono di iscrivere i propri figli all’estate ragazzi e di affidarli con fiducia agli animatori. E i bambini che arrivano al centro estivo, chi con frenesia e chi con qualche piccolo pianto, hanno la possibilità di divertirsi con tanti giochi e laboratori di vario tipo, ma fanno anche tante gite interessanti in cui esperimentano attività nuove, mai fatte prima.

Questa diventa una grande opportunità per gli animati, che possono fare nuove amicizie e provare l’ebrezza di nuove avventure, ma è molto significativa anche per gli animatori: è bello pensare che da un’esperienza di questo tipo i ragazzi inizino a maturare quel “senso di responsabilità” che si dovrebbe avere da una certa età in poi e che a far compiere questa maturazione/crescita nei ragazzi siano proprio i bambini di cui si prendono cura ogni giorno. Sono dunque i bambini a fornire il miglior insegnamento agli adulti e per capirlo basta passare solo qualche ora con loro. Infatti gli animatori stando con gli animati hanno modo di ritornare un po’ bambini e lasciarsi alle spalle le preoccupazioni. Come quando, per esempio, durante i laboratori pomeridiani, i ragazzi più grandi propongono giochi o idee che erano soliti fare loro da piccoli, facendo così scivolar via le preoccupazioni e ritornando a quella spensieratezza di quando erano bambini… tanto da far confondere talvolta gli animatori con gli animati.

La voglia che mettono in tutte le attività nuove, la felicità e l’apertura mentale nel fare nuove amicizie, la “sfacciataggine” di salire su un palco ed esibirsi davanti a tutti gli altri bambini, la serietà e la gioia che pongono quando si deve andare a messa, ma anche la collaborazione e l’ascolto durante le uscite sono alcune delle tante qualità che i bambini esprimono, da cui gli adulti dovrebbero prendere esempio.

Giorgia Orlandi



Il Salice

Il “Salice” nasce nel 1985. Negli ultimi sette anni sono stati pubblicati più di 2000 articoli online.


Contattaci



In Evidenza

21 Luglio 2024
20 Luglio 2024
20 Luglio 2024

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsaliceweb.liceovalsalice.it/cookie-policy. Per maggiori informazioni leggi la nostra Privacy Policy.

Chiudi