La cultura della moda

tema1

di Annachiara Corrado

La moda costituisce uno degli aspetti più importanti della vita di un essere umano. Essa può essere uno strumento di rivendicazione per le donne o un piacere fine a se stesso. Le donne dell’antichità hanno scelto di cambiare radicalmente il loro abbigliamento passando da abiti aristocratici di tessuto pregiato a vestiti più attillati per esprimere meglio la loro fisicità. Se in passato i pantaloni non si concepivano, ora sono di grande tendenza. Questa evoluzione è arrivata fino ad oggi accompagnata da atteggiamenti che incrementano la volontà di essere alla moda.

Attualmente molti giovani utilizzano la moda come strumento di diversità dalla società e altri come mezzo di tendenza che fa essere simili alla massa. Nonostante l’abbigliamento sia una rappresentazione del proprio essere, molti giovani tendono a nascondere la propria vera identità ed a “mascherarsi” dietro ad un abbigliamento standard, laddove invece la loro vera natura li porterebbe a vestirsi in maniera più eccentrica.

Il modo di vestire è utilizzato anche per esprimere la condizione sociale attraverso abiti firmati. Essa difatti ha come conseguenza una certa disparità tra i giovani, soprattutto negli anni delle superiori, quando chi ha uno stile differente viene facilmente escluso. La moda non è intesa solamente come abbigliamento ma si manifesta anche tramite piercing o tatuaggi, raffigurazioni permanenti sul proprio corpo che possono avere un significato e rappresentare il proprio ego. Anche il profumo è un modo di rappresentare se stessi, esistono numerose fragranze nelle quali ognuno si rispecchia. La moda muove un grandissimo business e lo stile italiano è uno dei più ricercati ed imitati al mondo. Ingiustamente la moda viene “accusata” di superficialità dimenticandosi, tuttavia, che la forma è sostanza. Come ci si presenta al mondo, infatti, rivela molto di come si è e la moda diventa, quindi, uno strumento per comunicare aspetti della propria personalità. Per esempio la toga che indossano giudici e avvocati durante la celebrazione di un processo sta a significare: serietà, giustizia e senso dello Stato.

Redazione



Il Salice

Il “Salice” nasce nel 1985. Negli ultimi sette anni sono stati pubblicati più di 2000 articoli online.


Contattaci



In Evidenza


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://ilsaliceweb.liceovalsalice.it/cookie-policy. Per maggiori informazioni leggi la nostra Privacy Policy.

Chiudi